Questa notte a New York c’è stata la sfida per la cintura mondiale WBO dei medio massimi. Il combattimento si è svolto tra il  il russo Sergey Kovalev (31-2-1. 27ko) e l’ucraino Vyacheslav Shabranskyy (19-2-0. 16ko). Nonostante una buona partenza dell’ucraino, Kovalev ha imposto subito il suo ritmo, grazie a colpi precisi e potenti.
Già nella metà del round iniziale, grazie ad un poderoso gancio destro, il russo obbliga a terra l’avversario; in seguito, poco prima del gong, una fantastica combinazione obbliga per la seconda volta Sharbranskyy a terra:
gancio destro, montante sinistro, gancio destro e per concludere sinistro doppiato. La campana salva letteralmente l’avversario.

Nel secondo round e sempre Kovalev a farla da padrone, con un gancio destro doppiato costringe per l’ennesima volta, l’avversario a terra. In fine, una serie di uno due, poco prima della fine del II round, obbligano -giustamente- l’arbitro a fermare il match.

Un Kovalev ritrovato dunque, poco prima del combattimento aveva rilasciato diverse interviste dove affermava di essere in piena forma fisica, unita ad una serenità mai provata prima -sembrerebbe dovuta al cambio di allenatore-.
Alla redazione di “Tutto Boxe” nasce spontanea una domanda: a quando il match contro il giovanissimo Bivol? Staremo a vedere.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *